Mercoledì 25 Febbraio 2015 09:43

"La Signorina e l'amore" torna il romanzo di Giovanna Mozzillo nella versione e-book della Goware

Scritto da Patrizia Giordano

di Eliana Demarco d'Alessio

Dopo quindici anni dalla prima pubblicazione per i tipi della Avagliano, andato ormai esaurito, torna a grande richiesta il romanzo di Giovanna Mozzillo ” La Signorina e l’amore” riedito in versione cartacea e come e-book dalla Go-ware. (www.goware-apps.com/la-signorina-e-lamore-giovanna-mozzillo)

Un libro bello da leggere e difficile da dimenticare, finalista al Premio Morante 2002. Attraverso gli anni del fascismo e della guerra Giovanna Mozzillo - napoletana doc, scrittrice e giornalista ( da tempo collabora con il Corriere del Mezzogiorno) - racconta  la vita di Rosella e la sua storia d’amore, in una Napoli descritta  con gli occhi del sogno e della nostalgia,  ricca di calore, magica, con l’incanto di un’epoca destinata presto a lasciare il posto ad un mondo irrimediabilmente diverso …

Nel 1925 Rosella è poco più che adolescente, e si affaccia alla vita carica di stupore e  di speranze , ma il suo sguardo vivace riesce a percepire il mondo che le sta intorno con grande lucidità.
 La vita si svolge con i ritmi lenti e rassicuranti propri  di una qualunque famiglia borghese  di quegli anni: l’ovattata protezione della casa, i variegati abitanti del   condominio, gli studi al Froebeliano, le passeggiate lungo Toledo a guardare le coppie eleganti e le vetrine dei negozi con l’ultima moda di Parigi,  i bagni estivi a Posillipo..
La città appare dolce e luminosa, di una bellezza ancora intatta prima che il dramma  dell’imminente conflitto  ne violenti l’incanto. In quegli anni il soffio della guerra è lontano, l’eco di ciò che accade “fuori” arriva in casa  attutito: l’assassinio di Matteotti, le prime rappresaglie degli squadristi  .. la tragedia è dietro l’angolo, eppure sembra altrove.
Rosella aspetta l’amore, quello vero, unico, senza limiti, e un giorno sulla  sua strada appare Leonardo, l’incontro che segnerà per sempre la sua vita.
Leonardo si  innamora profondamente di questa fanciulla dolce, semplice, talmente diversa dalla moglie fredda ed elegante che gli sta vicino  manovrando  la buona società per sostenerne la carriera accademica e la posizione di prestigio.
Inizia  una storia che durerà molti anni, durante i quali Leonardo e Rosella vivranno - rubando ore, e talvolta giorni, alla loro quotidianità  - una vita “parallela” nel quartiere  dove lui possiede ancora la casa di quando era  studente:  ai Vergini,  zona popolare dove entrambi possono evitare di nascondersi  e che diventa il loro rifugio, un luogo quasi magico dove anche l’impossibile diventa possibile, tra   feste nei vicoli,  cene sulla terrazza nelle sere d’estate, suoni notturni che riecheggiano leggendarie presenze della tradizione popolare..
Continua anche la vita “ufficiale”: Rosella condivide la quotidianità sempre più silenziosa con la famiglia, piccoli svaghi di ragazza per bene con le amiche, qualche corteggiatore giusto ma disperatamente senza speranze… Leonardo ruota tra convegni di medicina, serate al San Carlo, visite ai pazienti…
Nel frattempo, fuori, l’Italia vive la sua avventura coloniale, e si lega sempre di più alla Germania nazista; anche a Napoli la vita di tutti i giorni  viene scossa da tanti cambiamenti , le leggi razziali portano lontano molte persone care,  arrivano dalla Spagna le prime notizie di conoscenti caduti combattendo,  e poi la visita di Hitler, l’inaugurazione della Mostra d’Oltremare… infine  la guerra esplode, e travolge le vite di tutti.
Ciò nonostante Rosella e Leonardo difendono a denti stretti la loro storia sfidando le bombe, i crolli, mossi dalla disperata voglia di vivere e di essere insieme a qualunque costo, diventando sempre piu’ sfrontati nei confronti del mondo che  - ormai sconvolto – sembra non accorgersi nemmeno di loro, in quell’estate del 1942, la prima che li vede insieme alla luce del sole…
Delicato affresco di una citta’ e di un’epoca , realizzato dall’Autrice   attingendo  alla propria  creativita’  cosi’ come  a ricordi, suggestioni, personaggi ed episodi del suo passato familiare, con una partecipazione emotiva che -  via via che la storia prende forma  – coinvolge inevitabilmente e profondamente anche  il suo Lettore.


http://www.goware-apps.com/wp-content/uploads/2014/12/recensione-Signorina-Repubblica-001.jpg

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/12/14/cara-giovanna-mozzillo-lebook-non-sostituira-il-cartaceo-parola-di-erri-de-luca/1273552/

Patrizia Giordano

Patrizia Giordano

Giornalista free lance e copywriter, un po’ creativa un po’ giramondo, è entrata nel gruppo di Incontri Napoletani in occasione del restauro della Rota degli Esposti nel 1999. Ha curato le pubblicazioni storico-scientifiche promosse dal sodalizio ed è attualmente la Presidente.

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Links

Studio 147
Guida agli appuntamenti in citta', online tutte le informazioni utili.

SVILUPPO DONNEIMPRENDITRICI
Un network al femminile di donne professioniste, imprenditrici e aspiranti imprenditrici in tutti i campi che creano sinergie per crescere professionalmente.

NeveDonna 2011
L'evento dedicato alla Donna, un'occasione unica di Networking. Tre giornate di sinergie e benessere, di incontri e presentazioni, conferenze e laboratori con e a cura di Donne, Aziende, Imprese, Istituzioni, Club, Circoli, Associazioni, per mettersi in gioco, cogliere e generare opportunità personali, professionali e sociali.

Banco di Napoli
Il Banco di Napoli trae origine dai banchi pubblici dei luoghi pii sorti a Napoli tra il XVI e XVII secolo. Attualmente è una Società del Gruppo Intesa Sanpaolo.

Istituto Banco di Napoli Fondazione
L'Istituto Banco di Napoli è una Fondazione che persegue fini di interesse sociale e di promozione dello sviluppo economico e culturale nelle regioni meridionali. Ha sede nel Palazzo Ricca, Via Tribunali 213 -Napoli.

Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Il Ministero per i Beni Culturali e Ambientali fu istituito da Giovanni Spadolini, con il compito di affidare unitariamente alla specifica competenza di un Ministero appositamente costituito la gestione del patrimonio culturale e dell'ambiente al fine di assicurare l'organica tutela di interesse di estrema rilevanza sul piano interno e nazionale.

NarteA
NarteA è un’associazione culturale costituita da un gruppo di giovani uniti dalla passione per l’arte in tutte le sue forme ed espressioni ed ha come principale obiettivo la promozione, attraverso la divulgazione, del patrimonio storico e artistico della città di Napoli.

Associazione Amici degli Archivi Onlus
L’Associazione Amici degli Archivi Onlus è stata istituita con atto notarile nel 2000 ed ha come scopo la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale italiano. L’Associazione è presieduta da Giulio Raimondi, già direttore del Grande Archivio di Napoli e Sovrintendente Archivistico per la Campania.

Giovanna Izzo Sampaolesi
Restauri e Conservazione, esecutrice lavori ripristino due Guglie Cavalli di Bronzo e Ciborio SS. Annunziata.

Il Cerchio
Rivista Il Cerchio di Napoli diretta da Giulio Rolando.

Lucio e Mariolina Mirra
Teatro Diana e Teatro delle Palme in Napoli.

Libreria Neapolis
di Annamaria Cirillo, Libreria Napoletana Via San Gregorio Armeno, 4 Napoli.

Al Blu di Prussia
L’idea e il progetto di restituire alla città un luogo d’arte, si deve alla caparbietà della famiglia Mannajuolo, in particolare di Giuseppe Mannajuolo, nipote di quel Guido che ha reso, dal dopoguerra in poi, il suo spazio espositivo un vero e proprio punto di riferimento della cultura figurativa napoletana. Via G.Filangieri 42 - 80121, Napoli.

Museo d’Arte Contemporanea Donna Regina (M.A.D.R.E)
Il Museo d’Arte Contemporanea Donna Regina (M.A.D.R.E), Via Settembrini 79 - 80139 Napoli, sorge nel cuore storico di Napoli, a pochi metri dal Duomo e dal Tesoro di San Gennaro, a cento metri dal Museo Archeologico Nazionale e dall’Accademia di Belle Arti (Galleria d’Arte Moderna), lì dove si sviluppa l’antico quartiere di San Lorenzo.

Istituto Italiano per gli Studi Filosofici
L’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Palazzo Serra di Cassano, Via Monte di Dio 14, 80132 - Napoli, è stato fondato nel 1975 a Napoli da Enrico Cerulli, Elena Croce, Pietro Piovani, Giovanni Pugliese Carratelli e da Gerardo Marotta, che ne è anche il presidente, intorno alla biblioteca umanistica di oltre centomila volumi, messa insieme in un trentennio di pazienti ricerche di fondi librari in tutta Europa.

Civita
Civita ha ampliato nel corso degli anni i propri spazi di intervento operando sul territorio per la tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale del nostro Paese. Oggi il Gruppo Civita è costituito da due diverse realtà, ognuna delle quali possiede una propria specializzazione e funzionalità operativa: l' Associazione Civita e Civita Servizi.

Fondazione Mondragone
La Fondazione Mondragone si trova a Napoli, in piazzetta Mondragone, in un complesso monumentale che comprende la Chiesa di Santa Maria delle Grazie. L'ente promuove l'innovazione nelle attività legate alla Moda. Ospita poi il Museo del Tessile e dell’Abbigliamento "Elena Aldobrandini" che testimonia con il suo patrimonio, la creatività, il gusto e l'antica tradizione che l'artigianato meridionale vanta in tale settore.

Palazzo Reale Napoli
Palazzo Reale di Napoli

Soprintendenza Archivistica per la Campania
Via San Biagio dei Librai, 39 - 80138 Napoli
Presidente Dott.ssa Maria Luisa Storchi

Comitato Civico di S.Maria di Portosalvo
Presidente: Avv. Antonio Pariante - Napoli, C.so Umberto I, 34

Associazione No Comment
L’associazione No Comment nasce a Napoli nel gennaio 1999, con l’intento di fare “memoria visiva” del quotidiano napoletano, dando visibilità ai bisogni dei soggetti disagiati e meno garantiti, promuovendo i valori della solidarietà, della legalità e del bene salute. La No Comment si adopera, nei limiti delle proprie disponibilità, per promuovere una informazione visiva no profit, richiamandosi alle indicazioni dell’articolo 21 della Costituzione Italiana e all’articolo 19 dei Diritti dell’uomo.